Salice

Salice

A guardarlo sembra triste, con quei suoi lunghi rami pendenti, per questo viene chiamato salice piangente.

Leggi tutta la scheda >

Descrizione

Il Salice è una pianta che predilge l’acqua quindi lo si trova vicino a fiumi e laghi.
Proprio per questa flessuosità il salice è dall’antichità utilizzato per intrecciare cesti, panieri e anche utilizzato come sostituto delle corde, come legaccio.
In latino si chiama salix, ma i romani lo chiamavano anche vimen. Ancora oggi i cesti intrecciati sono detti “di vimini”.
Il colle Viminale che si trova a Roma è chiamato così proprio perche’ anticamente era ricoperti di salici.

Italiano

I suoi lunghi rami sottili si piegano verso il basso e per questo aspetto, un po’ triste, viene chiamato salice piangente. Piangente è una figura retorica, la personificazione.

Scienza

Il salice da il nome a un’importante sostanza usata in medicina: l’acido salicilico (contenuto nella corteccia del salice). Da questo acido è stata derivata l’aspirina, che è il farmaco più usato al mondo.

Salice

Informazioni aggiuntive

Autore