Gelso

Gelso

Le more non crescono solo nei rovi, ma anche su quest’albero… e sono proprio buone!

Leggi tutta la scheda >

Descrizione

Il Gelso (Morus nigra) è un albero presente principalmente nei giardini o nei campi coltivati.
Esistono due specie principali il gelso nero e il gelso bianco (Morus alba).
Il Gelso nero produce delle more (scure.. anzi.. “more”) commestibili e molto apprezzate. Però attenzione, con il loro succo ci si può sporcare molto e le macchie (anche sulle mani, resistono a lungo).

Storia

Il Gelso bianco è fondamentale per l’allevamento del baco da seta (Bombyx mori), perchè i bachi si cibano esclusivamente di foglie di gelso. Nel medioevo la seta veniva prodotta solo in Cina e nessuno sapeva come fosse realizzata.
Due monaci riuscirono a “rubare” il segreto e trasportarono di nascosto dei bachi nascondendoli nei loro bastoni da passeggio.
In Italia molte città si specializzarono nella bachicultura e nella produzione di seta (e quindi furono coltivati molti gelsi).
Ora che non è più presente questa attività sono sparite pure le piante.

Mitologia

Secondo la mitologia l’intenso colore delle more di gelso è dovuto al sangue di due innamorati, Pìramo e Nisbe suicidatisi per un disguido sotto di esso.
L’episodio è citato anche da Dante nel Purgatorio della Divina Commedia.

Alleviamo…

Se abbiamo un gelso possiamo allevare bachi da seta per osservare le diverse tappe della vita del bruco che cambia pelle più volte. Se l’idea ci piace possiamo allevare farfalle, chiocciole, lombrichi… per poi lasciarli liberi.

 

Gelso

Informazioni aggiuntive

Autore

,