Cipresso

Cipresso

Un albero dalla forma inconfondibile, sembra quasi una punta pronta a partire verso il cielo.

Leggi tutta la scheda >

Descrizione

I Cipressi sono una famiglia di alberi, molto alti e resisistenti, caratterizzati dalla forma solitamente molto slanciata.
La specie più diffusa in Italia è il Cupressus sempervirens.

Scienze

Si tratta di una pianta sempreverde e le sue foglie sono molto particolari, molto simili a delle squame.

Storia

Una pianta molto longeva. In Italia esistono alcuni esemplari storici che si ricollegano a importanti personaggi.
Il cipresso di San Francesco, in provincia di Rimini, ha più di 800 anni e la leggenda vuole che sia stato piantato proprio dal santo.
Il cipresso di Michelangelo, a Roma, è l’ultimo esemplare rimasto dei quattro piantati da Michelangelo Buonarroti dopo la costruzione della Basilica di Santa Maria degli Angeli, nel 1562.

Geometria

La chioma del cipresso ricorda alcuni solidi geometrici come il cono o la piramide.

Mitologia

Nelle antiche tradizioni il cipresso è spesso stato utilizzato come legno sacro (usato anche dagli antichi egizi per la costruzione di sarcofagi).
Nel tempo poi fu sempre più spesso legato all’aldilà e ancora oggi è l’albero utilizzato nei cimiteri.
Nella mitologia greca un giovane, Ciparisso, fu trasformato in albero, un cipresso, dopo aver accidentalmente ucciso il proprio amato cervo.

Ricerchiamo…

La “pallina” del cipresso (prima verde chiaro poi, dopo circa due anni, legnoso e squamato) è un frutto con semi. Ricerchiamo in quanti modi curiosi viene chiamato (gazzozzola, coccola…) e magari scopriamo chi utilizza il suo nome ufficiale: “galbulo”.

Cipresso

Informazioni aggiuntive

Autore

,