Bagolaro

Bagolaro

Un grande albero che spesso troviamo nelle strade delle città. Ha tanti nomi e ogni nome racconta una storia.

Leggi tutta la scheda >

Descrizione

Italiano

Bagolaro, Spaccasassi, Albero dei Rosari, Arcidiavolo… tanti nomi per la stessa pianta.
Il nome Spaccasassi deriva dal fatto che le sue radici, fortissime, sono in grado di smuovere il terreno. Spesso il bagolaro è usato in città e basta osservare l’asfalto attorno ad essi per vedere la sua azione.
Poi è curioso notare che la stessa pianta abbia due nomi contrastanti: Albero dei Rosari (perche’ i suoi semi rotondi venivano usati per realizzare rosari), ma anche Arcidiavolo perchè secondo la leggenda, pare che Lucifero, durante la caduta dal Paradiso, stringesse in mano proprio un ramo di bagolaro. La prova è nella forma delle foglie che sembrano degli artigli (di diavolo).

Storia

Il bagolaro e’ originario di zone più calde come il nord Africa. La forma del tronco ricorda la zampa di un elefante, quindi così come il bagolaro/elefante è arrivato da noi, viene da pensare a altri elefanti giunti in Italia da quelle regioni durante la calata di Annibale, nel corso delle Guerre Puniche.

 

I suoi frutti sono molto apprezzati dagli uccelli. Spesso nelle fronde del bagolaro si radunano stormi di uccelli che banchettano e quando i frutti cadono, si possono vedere piccioni o altri uccelli che beccettano ai piedi della pianta

Bagolaro

Informazioni aggiuntive

Autore